Skip to content

Kinetic Field

2010 dicembre 14
di Fabrizio Urettini

Kinetic Field from studiomobile on Vimeo.

Kinetic Field è un campo di frumento composto da spighe meccaniche che reagiscono al movimento cinetico: sfiorate, si accendono. Una piccola dinamo costruita con materiali di riciclo verrà azionata dalle persone, trasformando questo gesto in energia capace di illuminare una luce LED. Anche il vento, potrebbe accendere questa coltivazione artificiale. L’intento è quello di originare un comportamento virtuoso nei cittadini. Le persone, interagendo con le spighe, si sentiranno generatori e fruitori dell’energia che alimenterà l’installazione. Il video è stato realizzato da Giulio Boem nel corso del festival Sustain/ability dal 2 al 4 dicembre 2010, Galleria dei Soffioni, Piazza dei Signori, Treviso. Kinetic Field è un progetto di Studiomobile in collaborazione con Dec elettronica e con la consulenza dell’Ing. Sandro Piovesana.

Kinetic Field

2010 dicembre 14
di Fabrizio Urettini

Kinetic Field from studiomobile on Vimeo.

Kinetic Field è un campo di frumento composto da spighe meccaniche che reagiscono al movimento cinetico: sfiorate, si accendono. Una piccola dinamo costruita con materiali di riciclo verrà azionata dalle persone, trasformando questo gesto in energia capace di illuminare una luce LED. Anche il vento, potrebbe accendere questa coltivazione artificiale. L’intento è quello di originare un comportamento virtuoso nei cittadini. Le persone, interagendo con le spighe, si sentiranno generatori e fruitori dell’energia che alimenterà l’installazione. Il video è stato realizzato da Giulio Boem nel corso del festival Sustain/ability dal 2 al 4 dicembre 2010, Galleria dei Soffioni, Piazza dei Signori, Treviso. Kinetic Field è un progetto di Studiomobile in collaborazione con Dec elettronica e con la consulenza dell’Ing. Sandro Piovesana.

Kinetic Field

2010 dicembre 14
di Fabrizio Urettini

Kinetic Field from studiomobile on Vimeo.

Kinetic Field è un campo di frumento composto da spighe meccaniche che reagiscono al movimento cinetico: sfiorate, si accendono. Una piccola dinamo costruita con materiali di riciclo verrà azionata dalle persone, trasformando questo gesto in energia capace di illuminare una luce LED. Anche il vento, potrebbe accendere questa coltivazione artificiale. L’intento è quello di originare un comportamento virtuoso nei cittadini. Le persone, interagendo con le spighe, si sentiranno generatori e fruitori dell’energia che alimenterà l’installazione. Il video è stato realizzato da Giulio Boem nel corso del festival Sustain/ability dal 2 al 4 dicembre 2010, Galleria dei Soffioni, Piazza dei Signori, Treviso. Kinetic Field è un progetto di Studiomobile in collaborazione con Dec elettronica e con la consulenza dell’Ing. Sandro Piovesana.

Kinetic Field

2010 dicembre 14
di Fabrizio Urettini

Kinetic Field from studiomobile on Vimeo.

Kinetic Field è un campo di frumento composto da spighe meccaniche che reagiscono al movimento cinetico: sfiorate, si accendono. Una piccola dinamo costruita con materiali di riciclo verrà azionata dalle persone, trasformando questo gesto in energia capace di illuminare una luce LED. Anche il vento, potrebbe accendere questa coltivazione artificiale. L’intento è quello di originare un comportamento virtuoso nei cittadini. Le persone, interagendo con le spighe, si sentiranno generatori e fruitori dell’energia che alimenterà l’installazione. Il video è stato realizzato da Giulio Boem nel corso del festival Sustain/ability dal 2 al 4 dicembre 2010, Galleria dei Soffioni, Piazza dei Signori, Treviso. Kinetic Field è un progetto di Studiomobile in collaborazione con Dec elettronica e con la consulenza dell’Ing. Sandro Piovesana.

Kinetic Field

2010 dicembre 14
di Fabrizio Urettini

Kinetic Field from studiomobile on Vimeo.
Kinetic Field è un campo di frumento composto da spighe meccaniche che reagiscono al movimento cinetico: sfiorate, si accendono. Una piccola dinamo costruita con materiali di riciclo verrà azionata dalle persone, trasformando questo gesto in energia capace di illuminare una luce LED. Anche il vento, potrebbe accendere questa coltivazione artificiale. L’intento è quello di originare un comportamento virtuoso nei cittadini. Le persone, interagendo con le spighe, si sentiranno generatori e fruitori dell’energia che alimenterà l’installazione. Il video è stato realizzato da Giulio Boem nel corso del festival Sustain/ability dal 2 al 4 dicembre 2010, Galleria dei Soffioni, Piazza dei Signori, Treviso. Kinetic Field è un progetto di Studiomobile in collaborazione con Dec elettronica e con la consulenza dell’Ing. Sandro Piovesana.

Kinetic Field

2010 dicembre 14
di Fabrizio Urettini

Kinetic Field from studiomobile on Vimeo.

Kinetic Field è un campo di frumento composto da spighe meccaniche che reagiscono al movimento cinetico: sfiorate, si accendono. Una piccola dinamo costruita con materiali di riciclo verrà azionata dalle persone, trasformando questo gesto in energia capace di illuminare una luce LED. Anche il vento, potrebbe accendere questa coltivazione artificiale. L’intento è quello di originare un comportamento virtuoso nei cittadini. Le persone, interagendo con le spighe, si sentiranno generatori e fruitori dell’energia che alimenterà l’installazione.
Il video è stato realizzato da Giulio Boem nel corso del festival Sustain/ability dal 2 al 4 dicembre 2010, Galleria dei Soffioni, Piazza dei Signori, Treviso.
Kinetic Field è un progetto di Studiomobile in collaborazione con Dec elettronica e con la consulenza dell’Ing. Sandro Piovesana.

Kinetic Field

2010 dicembre 14
di Fabrizio Urettini

Kinetic Field from studiomobile on Vimeo.

Kinetic Field è un campo di frumento composto da spighe meccaniche che reagiscono al movimento cinetico: sfiorate, si accendono. Una piccola dinamo costruita con materiali di riciclo verrà azionata dalle persone, trasformando questo gesto in energia capace di illuminare una luce LED. Anche il vento, potrebbe accendere questa coltivazione artificiale. L’intento è quello di originare un comportamento virtuoso nei cittadini. Le persone, interagendo con le spighe, si sentiranno generatori e fruitori dell’energia che alimenterà l’installazione.
Il video è stato realizzato da Giulio Boem nel corso del festival Sustain/ability dal 2 al 4 dicembre 2010, Galleria dei Soffioni, Piazza dei Signori, Treviso.
Kinetic Field è un progetto di Studiomobile in collaborazione con Dec elettronica e con la consulenza dell’Ing. Sandro Piovesana.

Kinetic Field

2010 dicembre 14
di Fabrizio Urettini

Kinetic Field from studiomobile on Vimeo.

Kinetic Field è un campo di frumento composto da spighe meccaniche che reagiscono al movimento cinetico: sfiorate, si accendono. Una piccola dinamo costruita con materiali di riciclo verrà azionata dalle persone, trasformando questo gesto in energia capace di illuminare una luce LED. Anche il vento, potrebbe accendere questa coltivazione artificiale. L’intento è quello di originare un comportamento virtuoso nei cittadini. Le persone, interagendo con le spighe, si sentiranno generatori e fruitori dell’energia che alimenterà l’installazione.
Il video è stato realizzato da Giulio Boem nel corso del festival Sustain/ability, Galleria dei Soffioni, Piazza dei Signori, Treviso.
Kinetic Field è un progetto di Studiomobile in collaborazione con Dec elettronica e con la consulenza dell’Ing. Sandro Piovesana.

Laboratorio per i bambini

2010 dicembre 9
di Fabrizio Urettini


Una galleria fotografica che documenta i lavori realizzati all’interno del laboratorio creativo dedicato ai bambini tenuto da Claudia Catenelli.
il tema del laboratorio era “Impariamo a riciclare divertendoci”, si è svolto nel museo di S.Caterina sabato 4 dicembre 2010.
Il polipo Otto riceve una visita inaspettata e deve in pochissimo tempo sistemare casa, preso dal panico prende tutta la spazzatura e la getta fuori dalla sua tana, ma poi il mare la porta nella casa del granchio, il quale a sua volta se ne sbarazza sbrigativamente. La corrente riporta tutta la spazzatura nella casa del polipo il quale a questo punto non sa più cosa fare, per fortuna arrivano le meduse in suo aiuto che gli insegnano che alle volte per pulire basta prendere ogni oggetto e sistemarlo nel posto giusto, lasciando così il mare pulito.

Laboratorio per i bambini

2010 dicembre 9
di Fabrizio Urettini


Una galleria fotografica che documenta i lavori realizzati all’interno del laboratorio creativo dedicato ai bambini tenuto da Claudia Catenelli.
il tema del laboratorio era “Impariamo a riciclare divertendoci”, si è svolto nel museo di S.Caterina sabato 4 dicembre 2010.
Il polipo Otto riceve una visita inaspettata e deve in pochissimo tempo sistemare casa, preso dal panico prende tutta la spazzatura e la getta fuori dalla sua tana, ma poi il mare la porta nella casa del granchio, il quale a sua volta se ne sbarazza sbrigativamente. La corrente riporta tutta la spazzatura nella casa del polipo il quale a questo punto non sa più cosa fare, per fortuna arrivano le meduse in suo aiuto che gli insegnano che alle volte per pulire basta prendere ogni e sistemarli nel posto giusto, lasciando il mare pulito.